• Legge 162

5 PER MILLE

Donaci il tuo 5 per mille! Inserisci il codice 02270320928 nella tua dichiarazione dei redditi.

CONTATTACI

Per tutte le informazioni puoi scriverci a:

amministrazione@ilmiomondocoop.it 

copemondo@certificazioneposta.it

 

Uffici amministrativi

Telefono 0708577891

Fax 0708577889

LEGGE 162

 

La Legge 162 del 21 maggio 1998  "Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n°104, concerne misure di sostegno in favore di persone con handicap grave" prevede l'attuazione diPiani Personalizzatia favore di persone con handicap grave, con la finalità di promuoverne l'autonomia e fornire sostegno alla famiglia in cui il disabile grave vive.

 

Gli obiettivi

Finanziare iniziative di sostegno e accompagnamento, attraverso progetti d'aiuto individualizzati, a favore di persone disabili gravi di età compresa, prioritariamente, nella fascia 15-64 anni.

Sono comunque ammissibili a finanziamento e alla valutazione della commissione anche progetti rivolti a soggetti di età inferiore ai 15 e superiore ai 64 anni.

 

Ambiti di intervento

Le tipologie, in ordine di priorità, per le quali si possono predisporre i progetti d'aiuto individualizzati sono:

  1. attività di sostegno alla persona disabile ed alla sua famiglia mediante interventi di assistenza domiciliare indiretta;
  2. percorsi di "accompagnamento" sia della persona disabile, sia della sua famiglia, che promuovano forme di emancipazione della persona disabile e partecipazione in forma attiva del soggetto maggiorenne, attraverso un percorso mirato che aggiunga alla socializzazione il raggiungimento dell'autonomia.

1 Servizio di Assistenza Domiciliare Indiretta: il progetto d'aiuto individualizzato è finalizzato all'attivazione di regolari prestazioni di aiuto alla vita indipendente, allo scopo di mantenere e garantire le condizioni necessarie per una permanenza adeguata nel proprio contesto di vita.

2 Percorso di accompagnamento sia per la persona disabile sia per la sua famiglia: il progetto d'aiuto individualizzato è finalizzato a valorizzare le risorse funzionali e stimolare l'autonomia del soggetto attraverso l'esperienza di integrazione e confronto con i coetanei.